Generale

Cura del serpente di mais

Cura del serpente di mais

Il gruppo di serpenti Elaphe è costituito da un gran numero di colubridi popolari. Il più diffuso è il serpente di mais comune o il serpente di ratto rosso. Esistono due o tre sottospecie, ma la nominata Elaphe g. guttata è un animale di colore da grigio a marrone chiaro con una serie di grandi selle rosse con bordi neri lungo la schiena. La parte inferiore è in bianco e nero a scacchi, anche se ci sono molte variazioni regionali e si possono vedere anche gradi da arancione a rosso. La prima marcatura sul retro si estende come un punto sulla parte superiore della testa e una linea da arancione a rossa si estende da sopra il muso a sotto l'angolo della mascella, attraverso l'occhio.

La colorazione varia drasticamente con la posizione geografica e c'è stata anche una grande varietà di allevamento selettivo, che ha prodotto diverse forme tra cui amelanistica (nessun pigmento nero), anerythristic (nessun pigmento rosso) e granaglie di neve per citarne solo alcuni.

I serpenti di mais sono serpenti di medie dimensioni che si trovano naturalmente in gran parte del Nord America meridionale e in Messico. Sono serpenti attivi e molti sono abili scalatori che abitano foreste, macchia e praterie. In genere la dieta è composta da piccoli roditori.

Questo serpente raramente supera i quattro piedi e i grandi adulti raramente superano i 2 chili di peso. Questi serpenti possono essere di lunga durata e raggiungere anni dell'adolescenza. La longevità può essere maggiore ma sono disponibili pochi record definitivi.

I serpenti di mais sono comunemente tenuti in cattività e probabilmente rappresentano una delle migliori scelte per un animale domestico serpentino. Il successo genetico è all'ordine del giorno e ha portato popolazioni autosufficienti autosufficienti in tutto il Nord America e l'Europa. L'allevamento frequente ha abbassato i prezzi, ad eccezione delle varianti di colore più pregiate. L'allevamento è possibile dal secondo anno, ma una maturazione più lenta e l'allevamento dal terzo anno è più naturale e comporta meno complicazioni.

Comportamento

I serpenti di mais meritano giustamente di essere il serpente in cattività più popolare e sono un eccellente animale da rettile di prima scelta in tutto. Sono di medie dimensioni, generalmente placide e facili da curare senza reali esigenze specialistiche. Si adattano bene alla cattività e si nutrono di topi congelati scongelati e sono generalmente sani se forniti con una buona assistenza di base. In effetti, la reazione più ostile che può essere suscitata da questa specie che raramente morde è la defecazione su un gestore grezzo o incurante. Tutti i serpenti possono espellere Salmonella e quindi l'igiene personale di routine e la supervisione di tutte le interazioni bambino-serpente sono importanti.

I serpenti di mais sono attivi, audaci e generalmente placidi. Richiedono periodi di isolamento nel nascondiglio, soprattutto dopo l'alimentazione. Sembrano completamente indifferenti alla manipolazione, anche se questo dovrebbe essere evitato per 2-3 giorni dopo l'alimentazione per prevenire il rigurgito. Questo serpente generalmente accetta cibo a qualsiasi ora del giorno o della notte e può essere rapidamente adattato alla routine individuale del proprietario. Sono scalatori forti e capaci e artisti di fuga di successo, quindi la vivaria deve essere sicura. I neonati possono persino infilarsi tra le porte scorrevoli in vetro, quindi attenzione.

Nutrizione

I serpenti di mais accettano prontamente le prede congelate scongelate dalla nascita e, in generale, il loro diametro non dovrebbe superare la circonferenza del serpente. Sono preferiti topi congelati e scongelati; l'anoressia è rara e dovrebbe essere considerata un segno di malattia, a meno che non sia in letargo o in riproduzione.

Questi serpenti si adattano così bene alla cattività che molti adulti non riproduttori limitati al vivarium e nutriti settimanalmente diventano obesi. Pertanto, si raccomandano intervalli di alimentazione da 4 a 5 giorni per i neonati, da 5 a 7 giorni per i giovani e da 7 a 14 giorni per gli adulti non in riproduzione. Gli adulti riproduttori, in particolare le femmine, potrebbero dover essere nutriti ogni settimana per recuperare le condizioni del corpo perdute dopo il letargo e l'allevamento.

L'acqua fresca dovrebbe essere sempre disponibile in una ciotola grande e pesante che sia sufficiente per il bagno e che tuttavia non possa essere rovesciata.

Sexing

La conferma del genere richiede un sondaggio, una tecnica specializzata che utilizza una sonda smussata e ben lubrificata per identificare gli emipeni maschili o le sacche cloacali femminili. La sonda viene delicatamente inserita sotto il bordo caudale della cloaca; nei maschi la sonda entrerà a un livello o da 6 a 12 scale subcaudali, nelle femmine la sonda entrerà solo a una profondità da 2 a 4 scale subcaudali.

Allevamento

L'allevamento è stato segnalato da un anno di età, ma è meglio aspettare fino al secondo o al terzo anno. Una riproduzione riuscita richiede spesso un periodo di raffreddamento o ibernazione a seconda dell'origine geografica. In genere, la manutenzione a una temperatura compresa tra 50 e 68 gradi Fahrenheit per 8-12 settimane senza cibo è sufficiente per indurre un comportamento di accoppiamento al ritorno al normale intervallo di temperatura. Mantenere diversi gruppi maschili e femminili separati durante gran parte dell'anno, ma riunirli per la riproduzione, migliora il successo della riproduzione, ma le singole coppie maschio-femmina sono spesso produttive.

Le femmine di solito depongono da 8 a 26 uova coriacee tra marzo e giugno e le seconde frizioni alla fine dell'estate non sono rare. L'incubazione artificiale a una temperatura di 82 F e 60% di umidità porta ad un tasso di schiusa dall'80 al 100% dopo 55-73 giorni (in media 62 giorni).

I giovani misurano da 8 a 11 pollici di lunghezza e di solito accettano topi rosa dopo il loro primo capannone, di solito entro 3-7 giorni dalla schiusa. La cura dei neonati è essenzialmente la stessa degli adulti, ad eccezione del fatto che è necessario prestare molta attenzione per evitare fughe e l'alimentazione richiede l'offerta più frequente di oggetti più piccoli a partire da mignoli, poi peluche, topi adulti e infine adulti.

Un serpente adulto dovrebbe essere tenuto in un vivaio di almeno 5 piedi per 1,5 piedi per 1,5 piedi con porte scorrevoli in vetro per un buon accesso e griglie di ventilazione per facilitare il flusso d'aria. È del tutto inappropriato ridurre la ventilazione nel tentativo di mantenere artificialmente la temperatura e l'umidità.

Il riscaldamento può essere fornito da un tappetino riscaldante sotto il serbatoio o da un riscaldatore in ceramica o infrarossi. Tutti i riscaldatori devono essere controllati da un termostato e schermati per impedire il contatto del serpente-riscaldatore che provoca inevitabilmente ustioni orrende.

Asciugamani di carta o erba sintetica dovrebbero essere usati per coprire il pavimento e diversi nascondigli o ritiri come corteccia o piccole scatole di cartone sono essenziali per fornire ritiri.

Un ramo pulito robusto e ben protetto può aumentare l'attrattiva del set-up e fornire esercizio di arrampicata.

È importante prevenire l'umidità e l'umidità eccessive poiché in tali situazioni sono probabili infezioni della pelle. È preferito un vivario caldo, asciutto e ben ventilato.

Illuminazione

I serpenti di mais, come la maggior parte dei serpenti, non hanno particolari requisiti di illuminazione. La manutenzione di un fotoperiodo di 12 ore con piccole luci fluorescenti o luci esterne della stanza è adeguata. Durante i periodi di letargo, questi serpenti spesso non sono affatto illuminati o sono soggetti al fotoperiodo naturale della stanza.

Un gradiente di temperatura diurno da 75 a 85 F con un'area di elefante da 85 a 90 F, deve essere abbassato da 70 a 75 F di notte.

Malattie comuni

  • Fuga e trauma (nastro adesivo, lacerazioni)
  • Disanalisi e occhiali trattenuti (scarso spargimento della pelle)
  • Stomatite (marciume batterico della bocca)
  • Malattia della pelle batterica o fungina inclusi ascessi
  • Acari di serpente
  • Obesità in adulti non riproduttori ben adattati
  • Criptosporidiosi (rigurgito)
  • Ascesso spettacolare
  • Ritenzione di uova

  • Guarda il video: HISTÓRIA DA (Settembre 2021).