Formazione comportamentale

Cani e gatti erano sul Mayflower?

Cani e gatti erano sul Mayflower?

Cani e gatti sono finiti con i pellegrini?

Sappiamo che i tacchini facevano parte del primo Ringraziamento in America - o degli uccelli che i Pellegrini chiamavano tacchini - ma probabilmente c'erano anche cani e gatti. Potrebbero anche aver navigato a Plymouth Rock sul Mayflower con i pellegrini. Quando il Mayflower raggiunse l'America il 21 dicembre 1620, i passeggeri contavano 102: 52 uomini, 18 donne, 32 bambini - e probabilmente diversi cani e gatti.

Cani Mayflower

La prima menzione di cani è apparsa in un diario del 17 ° secolo chiamato "Mourt's Relation" sui primi anni di vita nel nuovo mondo. Secondo questo racconto, due cani, un inglese springer spaniel e un mastino furono portati da John Goodman, un giovane di circa 25 anni. I cani furono coinvolti nelle prime esplorazioni della scoperta a Cape Cod e nelle attività di costruzione di case durante il primo inverno a terra.

Il mastino è una combinazione di grandiosità e buona natura, coraggio e docilità ed è stato allevato in Inghilterra per oltre duemila anni come cane da guardia. Sarebbe stato usato per proteggere la casa e dai lupi e altre bestie selvagge, e sarebbe stato un ottimo cane da compagnia.

Lo spaniel inglese di primavera suggerisce potenza, resistenza e agilità. È un cane sportivo che può andare e andare avanti in condizioni difficili di caccia. Lo spaniel di primavera prende il nome dal suo metodo di vampate di calore: balza in avanti per scacciare gli uccelli dal nascondiglio. È anche un ottimo documentalista. La personalità allegra e gentile dell'inglese springer spaniel lo rende un cane di famiglia ideale. I suoi talenti sarebbero stati cacciare, rintracciare, recuperare e agire come cane da guardia. Quali caratteristiche migliori per due cani per sfidare il nuovo mondo?

Due storie sono state registrate in "Mourts Relation", secondo Duane A. Cline, autore di "The Pilgrims and Plymouth Colony" su www.rootsweb.com.

Lost in the Woods

Venerdì 22 dicembre 1620, Goodman e Peter Browne, accompagnati dai due cani, uscirono dal villaggio per tagliare il tetto di paglia per le coperture. Goodman e Browne si persero e vagarono nei boschi per tutto il pomeriggio, freddi e umidi. Scese la notte, tremendamente fredda, gelida e nevosa, e nessuno degli uomini era vestito per il tempo inclemente. Durante la notte hanno sentito ciò che credevano fossero due leoni che ruggivano nei boschi e un terzo nelle vicinanze. Spaventati rimasero vicino a un albero e tenevano vicini i cani per impedire loro di seguire il leone.

Alla fine, tornarono al villaggio dove Goodman dovette tagliarsi le scarpe dai piedi gelati perché erano così gonfi di freddo. Questo lo ha reso zoppo.

The Wolves Tale

Un mese dopo Goodman e lo spaniel, in una passeggiata fuori dal villaggio, incontrarono due lupi. I lupi presero lo spaniel e il cane spaventato corse tra le gambe di Goodman per sicurezza. Non avendo armi, Goodman prese un bastone e lo lanciò contro i lupi e colpì uno di loro. Quindi raccolse un altro bastone e rimase in piedi a guardare i lupi, con lo spaniel spaventato ancora rannicchiato tra le sue gambe. I lupi si sedettero e guardarono la coppia per un po ', poi persero interesse e si allontanarono.

Goodman morì quel primo inverno, ma non si registra ciò che divenne dei suoi due cani. Probabilmente altri coloni sopravvissuti li hanno accolti e si sono presi cura di loro. E sebbene i loro nomi non siano mai stati registrati, viene loro riconosciuto un posto nei registri della fondazione della colonia di Plymouth.

Gatti Mayflower

I gatti erano i benvenuti a bordo delle navi a vela nel XVI secolo perché aiutavano a controllare la popolazione di roditori e proteggevano le scorte di cibo finito. Erano così famosi come navigatori marittimi che il National Geographic una volta riferì che “i gatti, come le persone, trovavano la libertà dalle persecuzioni in America. Si ritiene che siano arrivati ​​per la prima volta sul Mayflower, anche se potrebbe essere stato prima - con gli spagnoli nel 16 ° secolo. In ogni caso, una volta qui, prosperarono ”.

Carolyn Travers, responsabile della ricerca presso www.plimoth.org a Plymouth, Massachussets, un'istituzione educativa senza scopo di lucro che si autodefinisce il museo di storia vivente di Plymouth del 17 ° secolo, ha confermato che i gatti erano comuni sulle navi, così comuni che non meritavano di essere menzionati.

“Ciò di cui hanno parlato era ciò che le persone interessate. I gatti erano troppo comuni per parlare ", ha detto Travers. "I cani sono stati menzionati sul Mayflower perché hanno affrontato i lupi, ma i gatti non sono stati menzionati."

La prima menzione scritta che Travers affermò di aver trovato dei gatti risale al 1634, circa 14 anni dopo il Mayflower ancorato in quello che oggi è il porto di Provincetown. William Wood ha scritto in "New England's Prospect" come i gatti hanno salvato i raccolti della colonia dagli scoiattoli e probabilmente ciò che oggi conosciamo come scoiattoli.

Il primo ringraziamento ... e i cani

Non sappiamo se i cani di Goodman o altri gatti fossero presenti alla prima festa del Ringraziamento, anche se probabilmente lo erano. I gatti avevano lavorato duramente per mantenere la colonia libera dai parassiti e i cani erano stati coinvolti nella semina del mais. In effetti, erano stati troppo coinvolti: continuavano a cercare di scavare i pesci piantati con il grano e i coloni dovevano legare le zampe anteriori per impedire loro di farlo.

Quindi, questo Giorno del Ringraziamento, e ogni giorno, ringraziamo per il fatto che cani e gatti siano venuti in America per aiutare i coloni a sopravvivere. Oggi ci aiutano a prosperare aggiungendo in modo significativo alla qualità della nostra vita.

Virginia Wells e Susan Bard Hall hanno contribuito a questa storia.


Guarda il video: Floyd Mayweather Jr. vs Canelo Alvarez - Highlights Mayweather SCHOOLS Canelo (Ottobre 2021).