Pronto soccorso per cani

Ivermectin Tossicità nei cani

Ivermectin Tossicità nei cani

Panoramica sulla tossicità della Ivermectina nel cane

La tossicità dell'vermectina si osserva quando viene somministrato o consumato un sovradosaggio di ivermectina o in animali domestici con una maggiore sensibilità al farmaco. La tossicità provoca qualsiasi numero o combinazione di segni clinici che vanno da lievi a estremamente gravi, compresa la morte.

Ivermectin è un farmaco antiparassitario comunemente usato che provoca danni neurologici al parassita, con conseguente paralisi e morte. L'ivermectina è stata usata per prevenire le infezioni da parassiti, come nella prevenzione della filaria e per trattare le infezioni, come con gli acari dell'orecchio.

Le cause più comuni di tossicità da ivermectina sono dovute alla somministrazione di dosi eccessive (10-20 volte la dose raccomandata) e alla sensibilità della razza. La sensibilità della razza a dosi più basse si verifica in alcuni cani come il collie, il pastore australiano Shetland, i cani da pastore inglesi antichi e i cani da pastore inglesi, sebbene non tutti gli animali "sensibili" della razza siano interessati. La tossicità può anche derivare dall'uso di ivermectina in combinazione con il farmaco Comfortis ™ (spinosad).

La tossicità può verificarsi nei gatti, sebbene sia rara.

Cani molto giovani e cani con una storia di trauma cranico o altre malattie del sistema nervoso centrale che colpiscono la barriera emato-encefalica sembrano avere un aumentato rischio di tossicosi.

Per le razze canine predisposte alla malattia, è stato identificato un gene del tratto autosomico recessivo (MDR-1) che provoca un difetto nel trasportatore multidrug p-glicoproteina nella barriera ematoencefalica. Ciò consente al passaggio dell'ivermectina nel cervello a bassi dosaggi, causando così tossicità. Questo tratto può anche causare tossicità da altri farmaci correlati e dovrebbe anche essere evitato o usato a dosi più basse in razze sensibili.

La tossicità può verificarsi a seguito di un'iniezione singola o di una dose giornaliera.

Cosa guardare

I segni di tossicità da ivermectina nei cani possono verificarsi acutamente o in modo acuto. I segni clinici acuti di tossicità si sviluppano spesso entro 4-12 ore dall'esposizione al farmaco. Segni subacuti si verificano spesso con 48-96 ore di esposizione.

  • Pupille dilatate
  • Depressione
  • Eccessiva sbavatura
  • vomito
  • Tremors
  • Disorientamento
  • Debolezza
  • Recumbency (incapacità di aumentare)
  • Cecità
  • non-responsività
  • Battito cardiaco lento
  • Anoressia (mancanza di appetito)
  • Stupore
  • Frequenza respiratoria lenta
  • Coma o morte
  • Sequestro

    Diagnosi di tossicità da Ivermectin nei cani

    La diagnostica di base di routine per includere un emocromo completo, profilo biochimico e analisi delle urine sono generalmente entro i limiti normali. Anomalie nell'analisi dei gas nel sangue possono essere osservate in associazione con depressione respiratoria, che è la respirazione più lenta e più superficiale.

    Un ritorno temporaneo alla coscienza o all'allerta dopo la somministrazione di fisostigmina (un farmaco) supporta, ma non conferma, una diagnosi di tossicità da ivermectina.

    Il test di sensibilità all'ververectina (il gene mutante presenza MDR-1) è disponibile presso il Washington State University College of Veterinary Medicine. Usano un campione di pennello per guance per l'analisi. Per ulteriori informazioni, chiamare il loro laboratorio al 509-335-3745 o consultare il sito Web all'indirizzo //www.vetmed.wsu.edu/depts-VCPL/. I kit di test possono essere ordinati online direttamente attraverso l'università.

    Trattamento della tossicità da Ivermectin nei cani

    Il trattamento è ampiamente di supporto e sintomatico, poiché non sono disponibili specifici agenti di inversione per il trattamento della tossicità da ivermectina. Tuttavia, se un'esposizione accidentale è stata recente (da 4 a 6 ore), può essere raccomandata l'induzione del vomito, lavanda gastrica e carbone attivo per ridurre al minimo l'assorbimento del farmaco.

    L'assistenza generale può includere:

  • Fluido endovenoso e terapia elettrolitica supplementare.
  • Supporto nutrizionale tramite alimentazione endovenosa o attraverso un sondino.
  • Lettiera adeguata, frequenti giri, terapia fisica e lubrificanti per gli occhi per i pazienti sdraiati. Supporto termico o ventole possono essere utilizzati per supportare temperature corporee alte o basse. Cateteri urinari possono essere posizionati per pazienti che sono sdraiati.
  • Ventilazione meccanica (respiratore) per i pazienti che hanno depressione respiratoria.
  • Trattamento di convulsioni con farmaci come diazepam o propofol.
  • Prognosi

    La prognosi dipende dalla gravità dei segni clinici e dalla risposta individuale del cane al trattamento. Alcuni cani possono richiedere giorni o settimane di cure di supporto.

    Assistenza domiciliare e prevenzione

    Seguire le indicazioni del veterinario durante la somministrazione di prodotti contenenti ivermectina. Se hai una razza di cane sensibile, considera di completare il test di sensibilità alla Ivermectina (vedi informazioni sopra).

    Usare cautela se si somministra ivermectina a razze sensibili.

    Nei cani con mutazione del gene MDR 1, i seguenti farmaci devono essere evitati o usati con cautela:

  • Ivermectin
  • selamectin
  • milbemicina
  • moxidectin
  • loperamide
  • acepromazine
  • butorfanolo
  • vincristina
  • vinblastina
  • doxorubicina