Generale

La storia dei labrador di cioccolato

La storia dei labrador di cioccolato

Un tempo chiamato "Terranova minore" e successivamente "St. Il Labrador di oggi è disponibile in tre colori, tutti originati dalla razza.

I primi labrador

Mentre le origini esatte dei primi cani di Terranova sono mascherate, quasi senza dubbio discendono da cani europei portati sull'isola dai pescatori che hanno abbandonato i loro posti. Inoltre, il Terranova più grande a pelo lungo di tipo mastino e il piccolo Terranova a pelo corto tipo cane da riporto dovevano essere introdotti dai coloni dalle loro terre d'origine. Nel 1830, il "Piccolo Terranova" o cane di San Giovanni era descritto come "di gran lunga il migliore per qualsiasi tipo di tiro ... generalmente è nero e non più grande di un indicatore, molto sottile nelle gambe con capelli corti e lisci [e ] è estremamente veloce nel recuperare, nuotare e combattere. "

Nero al cioccolato

Se tutti i primi cani di San Giovanni erano generalmente neri, allora da dove viene il cioccolato? Il cioccolato esiste anche in altre razze strettamente legate al Labrador retriever, come il Chesapeake Bay Retriever e il Terranova, quindi il colore del fegato / cioccolato probabilmente faceva parte del primo pacchetto genetico. Se si verificava un incrocio silenzioso, i geni del cioccolato senza dubbio venivano trasmessi tra le razze.

Quando un mantello nero dominante, come quello posseduto dal Labrador, è affetto da un gene che diluisce (sbiadisce) il suo colore, quel mantello diventa marrone. Un cane ha sempre un paio di geni che ne controllano il colore. Un Labrador che possiede una coppia di geni dominanti - due per il nero - significa che il cane è "puro" per il nero e sembra essere nero. Si dice che un Labrador che possiede un gene dominante e un gene recessivo “porti” il colore marrone diluito, ma anch'esso sembrerà essere nero. L'unico modo in cui un Labrador può essere cioccolato è se possiede un paio di geni recessivi, due per il marrone. I geni recessivi possono nascondersi sotto cappotti dominanti per generazioni, proprio come i geni per i labrador di cioccolato si nascondevano all'interno dei tanti labrador neri allevati dai primi appassionati.

Early Chocolate Canili

Nel 1892, due cuccioli "color fegato" furono prodotti dai cani del conte di Buccleuch, in uno dei primi allevamenti di Labrador britannici. Questi cuccioli probabilmente sono stati generati da Buccleuch Avon, un prolifico padre dietro molti Labrador che sono cioccolato o che portano il gene del cioccolato. Negli anni '30, il canile Banchory propagò il gene del cioccolato anche attraverso il loro prominente padre, Field Champion Banchory Night Light, un cane nero discendente da Avon. Due ulteriori canili britannici, Tibshelfs e Cookridge, producevano entrambi Labrador di cioccolato già negli anni '30. I cani di questi canili si connettono tramite due tori prominenti: Buccleuch Avon - un nome familiare! - e Banchory Bolo.

I labrador di cioccolato vengono in America

L'allevamento Chiltonfoliat, di proprietà dell'On. Lady Ward di Chiltonfoliat, è stata la fonte di diversi Labrador britannici di cioccolato. Nel 1932, Diver of Chiltonfoliat divenne il primo Labrador di cioccolato registrato dall'American Kennel Club (AKC). Diver discendeva da Boris de Main, una femmina di Labrador gialla nata nel 1922. Fu solo nel 1940 che il primo Labrador di cioccolato "di razza americana" fu registrato presso l'AKC. Kennoway's Fudge era un discendente di Banchory Night Light, che discendeva da (chi altro?) Buccleuch Avon. Nel 1996, Storm's Riptide Star di 5 anni è diventato il primo campione americano sul campo nazionale.


Guarda il video: Come curare e instaurare un buon rapporto con i labrador (Settembre 2021).